imma
Imma Garofalo

Napoletana di nascita, triestina di adozione, inguaribile sognatrice, appassionata di arte, fotografia, viaggi e della buona cucina. Questo progetto nasce come un rifiorire, dopo un lungo periodo di letargo che ci ha visti chiusi in casa e che ci ha segnato profondamente in maniera diversa a tutti noi. Noi, persone sensibili, un po’ come bambini, capaci di slanci improvvisi, noi che altaleniamo picchi di felicità, a momenti struggenti di sconforto. La fotografia è da sempre la mia passione più grande e negli ultimi anni, ha fatto riaffiorare emozioni sopite, apportando in me profondi cambiamenti. Amo mettermi in gioco con le diverse sfide che la vita mi offre e le considero una crescita personale. Lo stile vintage e il modernariato (una passione di famiglia) sono per me un’arte indossata e tramandata attraverso i vari oggetti, che subiscono dei mutamenti col trascorrere del tempo, racchiudendo in essi quell’ essenza di vita vissuta, come il grappolo d’uva, che al suo interno cela dei segreti, e solo un lento disacerbare lo muterà poi in un buon bicchiere di vino. Suscitare da queste immagini delle emozioni, mi appaga in maniera viscerale. Anche il mio viaggiare mi dà degli stimoli di continuità ai miei sogni, che mi permettono di esprimere la mia peculiarità nel descrivere l’amore in tutta la sua semplicità, senza l’uso di artifizi. La mia meridionalitá la esprimo anche in cucina, con piatti tipici che abbracciano anche la mia parte nordica acquisita, permettendomi di spaziare dalla jota alla parmigiana!

Mi presento rispondendo a un’intervista fatta da Linguadipolvere, due donne geniali che vivono nella magnifica isola di Fuerteventura e che hanno creato un’attività di Social Media Marketing Blog. Collaboro con Linguadipolvere mettendo a disposizione “i miei occhi” qui in Italia, creando immagini appropriate per il loro canale YouTube ed essendo di supporto nel fornire le migliori foto che il mio obiettivo possa catturare.  

Ricordi la prima volta che hai provato a usare una macchina fotografica o simil tale? Quale soggetto hai fotografato?

Iniziai a 10 anni , fotografando con la mia prima polaroid istantanea la torta del mio decimo compleanno. Quando mi chiesero “perché vuoi cominciare a fotografare?” risposi seccata ” non è quello che so fare meglio, sono piccola , ma mi fa stare bene”. Oggi so cosa volevo dire: fotografare mi salva.

Oggi ha senso usare le macchine fotografiche dal momento che ci sono dei cellulari innovativi che spesso sostituiscono la figura del fotografo?

Negli ultimi anni gli smartphone hanno fatto passi da gigante ma resta il fatto che usare una macchina fotografica va oltre i limiti di quello che catturano gli occhi . Un vero fotografo cura i dettagli oltre l’obiettivo per cui la mia risposta è sì, noi fotografi abbiamo ancora un senso.

Quali sono i tuoi soggetti preferiti? (volti, paesaggi, bambini, nudi, food, dettagli,  te stessa?)

Forse il mio soggetto preferito non è qualcosa di materiale ma il messaggio che ricevo, vi ho parlato di salvezza. La fotografia mi ha salvata dalle mie mille inquietudini e dalla mia esigenza di catturare la bellezza in ogni sua forma. A differenza di molti fotografi che si mettono quasi del tutto da parte, io invece amo tutto ciò che rappresenta un po’ di me. Narcisismo? Vanità? Sorrido perché si tratta essenzialmente di ricerca e di crescita. A dimostrazione di ciò ho sempre bisogno di scatti nuovi così come è nuova la mia anima, il mio saper rinascere in ogni nuovo giorno.

Qual è il tuo rapporto con i  selfie? Ne fai uso? Cosa ne pensi nel loro uso-abuso comune?

Il mio rapporto con i selfie è abbastanza coerente con i  miei stati d’animo. Quando scatto un selfie non applico nessun tipo di ragionamento , ma non ne amo l’uso insistente che ormai dilaga. 

Gli occhi possono mentire? Quello che fermi con un click è davvero quello che vedi?

Le foto pure, nude e crude (ossia senza filtri) non mentono ma i “giochi” di  luci e ombre possono mettere in risalto qualcosa e oscurare qualcos’altro.  

Ogni fotografo predilige uno stato (bellezza, ricchezza, natura morta, fauna, flora) tu cosa prediligi?

Oggi non ho dubbi sul fatto che prediligo la bellezza di tutto quello che mi circonda. La cerco, la trovo, la catturo e non la conservo gelosamente per me ma la condivido,  è stato sempre un impegno il mio cercare di  trasmettere agli altri quello che non riescono a vedere. Per fare degli esempi: ambienti eleganti come i bar e i caffè delle piazze storiche, il food quando è ben presentato, la cura dei dettagli come una porta semi aperta nei paesini di montagna o un arcobaleno speciale dopo una raffica di pioggia. Sono attratta dall’eleganza delle cose più che delle persone. In questo, la città in cui vivo, ossia Trieste, mi stimola molto attraverso i suoi ambienti ricercati.  Quando dal semplice svago, la fotografia è  diventata un vero amore, la passione ha agito per realizzare progetti fotografici e idee che rappresentano ciò in cui credo . 

C’è una foto a cui sei particolarmente legata?

Sì, un ritratto scattato a Londra ai miei figli qualche  anno fa. 

C’è qualcosa che avresti voluto fotografare e che ancora non sei riuscita a fare?

Naturalmente, il  deserto dello Utah in USA

Sei di quelle che spiegano la loro foto o lasci una libera interpretazione a chi la vede?

Mi piace la magia  della libera interpretazione. A molti piace sognare e  se riescono a farlo attraverso i miei scatti,  è di per sé  un traguardo gratificante.

La fotografia è un arte? Se si, perché?

La fotografia è una compagna di viaggio di grande valore, per me diventa un arte quando  c’è il desiderio che ti permette di fuggire dalla frenesia , dai rumori del mondo e immergersi in ambienti reali ma riservati, fatti di meditazione e silenzio, spesso incorniciati da veri paradisi naturali.  La fotografia ha il potere di spazzare via tutte le ombre che non vuoi ricordare , ma riesce a trarne il meglio di un sorriso , di una condivisione.  Esistono momenti in cui ci sembra tutto perduto, ma poi guardando una fotografia ti accorgi che solo lei ha il potere di riconoscere il tuo tempo .